venerdì 6 settembre 2013

Capalbio (GR)

Chiesa di San Nicola_Capalbio


La chiesa ha origini nel Medioevo, con funzione di Pieve. La facciata presenta un portale gotico sormontato da un rosone. L'interno è a navata unica e decorato da affreschi rinascimentali. La bambina è norvegese.

"Quante volte è stata aperta quella porta? Chi ci ha abitato? Era sicuramente un artigiano." Quando vado in giro, anche se ho di fronte la Basilica di San Pietro, mi soffermo su quei piccoli particolari come i cardini, gli alloggi delle impalcature, i nidi sotto la grondaia, e mi pongo delle domande che poi mi aiutano a ricordare dove ero, chi sono e che giorno era. Il primo gradino delle scale di casa di mia nonna ad esempio, lo so, è sagomato: il peperino sui bordi fa una curvatura verso l'interno per lasciare spazio all'apertura a due ante della porta d' ingresso. Non è tortile e non è d'oro, ma lo amo molto.



A Capalbio tre sono le cose divertenti che consiglio di fare: 

1) Camminare sulle doppie mura e giocare all'assedio al contrario: il panorama degli orti e della Maremma dalla cinta è inarrivabile.

2) Entrare nella sala del camino a palazzo Collacchioni e mettersi nel retro, vicino al manichino vestito in abiti originali medievali, fermi ad osservare- rigorosamente di spalle- la stanza. Chi subentra dopo si spaventa molto quando ti muovi.
3) Usare il paese come un grande scenario per giochi popolari da bambini come i 4 cantoni, rialzo, nascondino...altro che Disneyland!




























Nessun commento:

Posta un commento